I trulli di Alberobello e dintorni

Condividi con i tuoi amici

I trulli sono uno dei luoghi più suggestivi tra le tante meraviglie d’Italia. Dal 6 dicembre 1996, i trulli di Alberobello sono stati conosciuti patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO.

È possibile trovare queste particolari costruzioni nella Puglia centro meridionale, sull’alto piano delle Murge e in particolare nella Valle d’Itria. Oltre ad Alberobello dove il villaggio di trulli coincide con il centro storico, altre costruzioni è possibile trovarli a Locorotondo, Castellana Grotte, Conversano, Noci, Putignano, Monopoli, Martina Franca, Mottola, Crispiano, Montemesola, Grottaglie, Cisternino, Villa Castelli, Ostuni, Fasano, Selva di Fasano, Ceglie Messapica e Francavilla Fontana.

Non stiamo parlando di semplici case dipinte di bianco, ma di un vero e proprio stile di costruzione.

I trulli, solitamente a base circolare, presentano una muratura bianca a secco molto spessa e di solito l’unico foro oltre alla porta di ingresso è un piccolo finestrino quadrato per far circolare l’aria nei locali adibiti ai servizi igienici-sanitari.

I trulli presentano poi una cupola conica costituita da lastre concentriche orizzontali sovrapposte dalla più larga in basso alla più stretta in alto, così che la struttura si regga senza utilizzo di altri materiali.

Questo tipo di abitazione era costruito con le pietre raccolte da pastori e contadini ed utilizzati come ricoveri temporanei e magazzini per le attrezzature agricole.



Booking.com

Condividi con i tuoi amici
Precedente La Spezia e le Cinque Terre - Cosa vedere Successivo Con il treno nel traghetto sullo Stretto di Messina